Stipendio docenti e ATA a giugno, per alcuni con 200-300 euro in meno, senza possibilità di rateizzare il debito

Stampa

Amara sorpresa per alcuni docenti e ATA che già da qualche giorno visualizzano nell’area personale di NoiPA l’importo del mese di giugno: una decurtazione che va dai 100 ai 600 euro e al momento – non potendo ancora visualizzare il cedolino – nessuna spiegazione. Un inedito e inaspettato “conguaglio”.

Ma ciò che lascia stupiti coloro che sono incappati in questa situazione è che il conguaglio, esattamente come quello di febbraio, è in unica rata, senza possibilità di rateizzazione.

Ed ecco dunque che, senza preavviso, ci si trova con 600 euro in meno nello stipendio. Ma spese mediche, di istruzione, e in generale quelle che mensilmente gravano su ogni bilancio familiare rimangono sempre lì.

La richiesta, qualora ci fosse stato un preavviso, sarebbe stata quella di una rateizzazione del debito, in modo da non incidere su un solo mese.

Ma l’addebito di giugno, il 23, è ormai stabilito a queste condizioni.

I commenti dei nostri lettori

Ha deciso di darci un “Ristoro”. Il conguaglio lo aspetti con ansia a Febbraio non a Giugno. Uno stato che decurta 500 Euro in unica soluzione senza preavviso che stato è.”

il mio stipendio di giugno di docente a tempo indeterminato, risulta decurtato di ben 400€! Non era mai successo e ho visto che anche altri hanno avuto forti riduzioni”

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur