Stipendio docente di sostegno: ITP guadagna meno del laureato, ma svolge lo stesso lavoro

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Chi consegue il corso di specializzazione in sostegno con il diploma ITP  e successivamente accetta un incarico sul sostegno, percepirà la retribuzione (stipendio) vita natural durante da diplomato?

La riflessione di un nostro lettore

in merito all’accesso al TFA sostegno come ITP senza i 24 CFU,  una volta conseguito il corso di specializzazione sostegno, chiesto l’inserimento in graduatoria terza fascia per le supplenze, o superato il concorso ordinario, la retribuzione mensile è diversa rispetto a chi consegue la suddetta specializzazione sostegno da laureato per lo stesso grado di istruzione scolastica secondaria di secondo grado? 

La classe di concorso di sostegno, essendo una classe di concorso differente rispetto a quella comune (esempio B15 legata al profilo di ITP) dovrebbe avere la stessa valenza ai fini economici a prescindere se il corso di specializzazione sul  sostegno è stato conseguito da diplomato ITP o da laureato. Ovvero, chi consegue il corso di specializzazione in sostegno con il diploma ITP  e successivamente accetta un incarico sul sostegno, percepirà la retribuzione (stipendio) vita natural durante da diplomato? Pur svolgendo lo stesso identico lavoro su stessa classe di concorso sostegno del laureato?

Classe di concorso sostegno non esiste

Precisiamo che ci troviamo di fronte ad un “gap normativo”. La classe di concorso di sostegno, al quale accenna il nostro lettore infatti non esiste.

Finora il percorso per diventare insegnante di sostegno è stato: abilitazione + specializzazione.

Adesso l’abilitazione non è più requisito necessario e, superato il concorso su posto di sostegno, si potrà essere assunti come docenti di sostegno anche in assenza dell’abilitazione relativa alla classe di concorso.

Sicuramente su titolarità, passaggio di cattedra e/o di ruolo il Miur interverrà con interventi normativi che facciano fronte alla nuova situazione.

Lo stipendio: questione contrattuale

Il docente ITP che conseguirà la specializzazione su sostegno, per le supplenze ma anche una volta assunto a tempo indeterminato continuerà a ricevere lo stipendio da diplomato, nonostante la sua mansione professionale sia uguale a quella del docente laureato con specializzazione.

Le tabelle stipendiali non prendono infatti in considerazione il docente di sostegno come figura a sè stante, ma solo la differenza tra docente diplomato e docente laureato.

Il contratto, sotto il profilo economico, è stato rinnovato lo scorso anno per il triennio 2016/18. Anche se scaduto dopo il 31 dicembre 2018, non ci sono ancora le premesse per un rinnovo a breve.

Non si prevedono pertanto modifiche a breve della situazione stipendiale.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione