Stipendio, con risorse legge bilancio aumento di 40 euro lordi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La legge di bilancio, come più volte riferito, ha stanziato i fondi per il rinnovo dei contratti e per il rifinanziamento dell’elemento perequativo,

Stipendio: elemento perequativo

L’elemento perequativo è stato introdotto con il CCNL 2016-18, al fine di garantire a tutti i dipendenti della pubblica amministrazione un aumento stipendiale pari a 85 euro.

Il Contratto, infatti, ha previsto un incremento del 3,48%, valore che di per sé non assicurava l’aumento di 85 euro alle retribuzioni più basse, come quelle del personale della scuola. Pertanto è stato introdotto il succitato elemento perequativo, finanziato soltanto sino al 31 dicembre 2018.

L’intervento in legge di bilancio assicura il mantenimento dell’aumento ottenuto (viceversa si sarebbero persi intorno a 20 euro circa).

Stipendio: aumenti

Quanto agli aumenti stipendiali, come evidenziato da più parti, si tratta di una cifra alquanto bassa: 40 euro lordi.

Nel complesso, infatti, nella legge di bilancio sono stati stanziati 1,7 miliardi di euro per il rinnovo dei contratti di tutti gli impiegati pubblici, inclusi gli 850mila dipendenti della scuola.

Stipendio: ulteriori risorse?

Sulla questione è intervenuto il Ministro Bongiorno, nel corso di un’intervista al Messaggero, affermando che ulteriori risorse potranno arrivare soltanto con la prossima finanziaria.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione