Stipendio, bonus 100 euro per chi ha lavorato a scuola a marzo

Print Friendly and PDF

L’art. 63 del D.L. 18/2020 “Cura Italia” ha stabilito un premio per i lavoratori dipendenti pubblici e privati per il mese di marzo 2020 pari a 100 euro da rapportare al numero dei giorni di lavoro svolto presso la sede di lavoro.

Il bonus spetta quindi anche a dirigenti, docenti e ATA ma con delle precisazioni.

L’articolo 63 del Decreto Cura Italia del 17 marzo prevede che “ai titolari di redditi di lavoro dipendente di cui all’articolo 49, comma 1, del testo unico delle imposte sui redditi approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, che possiedono un reddito complessivo da lavoro dipendente dell’anno precedente di importo non superiore a 40.000 euro spetta un premio, per il mese di marzo 2020, che non concorre alla formazione del reddito, pari a 100 euro da rapportare al numero di giorni di lavoro svolti nella propria sede di lavoro nel predetto mese“.

Il premio di 100 euro in busta paga per i lavoratori dipendenti spetta soltanto a chi ha continuato a lavorare nella sede di lavoro nel mese di marzo 2020 e non in smart working. Si deve perciò considerare lo stop alle attività didattiche.

Il bonus va rimodulato in base agli effettivi giorni lavorati a marzo nella scuola a:

  •  docenti che hanno lavorato fino al 4 marzo
  • Dirigenti scolastici che si sono recati a scuola durante la sospensione dell’attività didattiche (anche solo per parte del mese di marzo)
  • personale ATA che si è recato a scuola per svolgere quelle individuate come attività indifferibili dai dirigenti scolastici (anche per parte del mese di marzo).

Quanto spetta?

Se si considera che il mese di marzo ha 22 giorni lavorativi, e che il bonus per chi ha lavorato tutto il mese di marzo è di 100 euro, spetteranno 4,5 euro per ogni giorno effettivamente lavorato all’interno della scuola.

Quando verrà corrisposto?

Il bonus, come spiegato, dovrebbe essere corrisposto a partire dalla retribuzione corrisposta nel mese di aprile e comunque entro il termine di effettuazione delle operazioni di conguaglio di fine anno.

Print Friendly and PDF

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia