Stipendi Pa:per il rinnovo dei contratti poche risorse se non aumenta il PIL

Stampa

Durante l’audizione al Senato per quel che riguarda la riforma della Pubblica aministrazione, il ministro Marianna Madia ha parlato diffusamento del pubblico impiego, dai licenziamenti alle sanzioni disciplinari, passando anche per il rinnovo dei contratti.

Durante l’audizione al Senato per quel che riguarda la riforma della Pubblica aministrazione, il ministro Marianna Madia ha parlato diffusamento del pubblico impiego, dai licenziamenti alle sanzioni disciplinari, passando anche per il rinnovo dei contratti.

Proprio su quest’ultimo argomento il ministro ha fatto presente che oltre quanto già offerto, ovvero l’irrisorio aumento di 8 euro al mese, lo stato non ha molte altre risorse da mettere in gioco.




Il futuro degli stipendi e dei possibili aumenti per gli impiegati pubblici dipenderà dall’andamento del Pil poichè se ci sarà crescita e sviluppo il governo potrà stanziare maggiori risorse.

Con questa affermazione, però, il ministro ha fatto sottointendere che se la crisi economica continuerà per gli impiegati statali non ci saranno molti cambiamenti economici. Il ministro Madia, in questo momento punta, però, a far ripartire la stagione contrattuale dopo anni di blocco invitando Aran e parti sociali a chiudere la trattativa sui Comparti e a trovare un accordo dopo lo stanziamento delle risorse da parte del governo.
 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur