Stipendio neolaureati, in Italia 28mila euro contro i 70mila degli svizzeri

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Stipendi italiani neolaureati tra i più bassi dell’UE: è quanto emerge dall’ultimo Starting Salaries Report di Willis Towers Watson.

Lo Starting Salaries Report di Willis Towers Watson ha analizzato le retribuzioni offerte ai giovani appena laureati di oltre 30 Paesi del mondo. I criteri dello studio, oltre allo stipendio, sono stati anche il livello di scolarizzazione degli interessati e i diversi ambiti di attività.

Secondo i dati riportati da Il Corriere della Sera, i neolaureati italiani possono guadagnare al massimo 28.827 euro, contro i 73.370 euro dei neolaureati svizzeri, i più ben pagati d’Europa. Stipendi alti anche per i colleghi tedeschi e francesi.

Altro dato rilevante emerso è che tra diplomati e laureati o tra chi consegue il dottorato e chi si ferma alla laurea, in Italia, non c’è grande differenza nella retribuzione. Un laureato rispetto a un diplomato può guadagnare infatti soltanto il 12% in più.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione