Stipendio, “aumento” 100 euro potrà arrivare ad agosto. Ecco come rinunciare o ripristinare il diritto

Stampa

Taglio del cuneo fiscale: aumenti da agosto, è possibile rinunciare alla detrazione oppure ripristinare il diritto al trattamento integrativo. Ecco come.

L’avviso si può leggere nella sezione Comunicazioni dell’area riservata NoiPa.

“Si comunica che sono in corso le operazioni per dare attuazione a quanto previsto dagli articoli 1 e 2 del Decreto in oggetto con decorrenza 1° luglio”.

E’ possibile rinunciare

“E’ riconosciuta una somma a titolo di trattamento integrativo di importo pari a 600 euro nel 2020 e di 1.200 a decorrere dal 2021, se il reddito annuo complessivo individuale non supera i 28.000 euro. La funzionalità self service già in uso per la gestione del Bonus Irpef di cui al Decreto Legge n. 66/2014, può essere utilizzata anche per il nuovo trattamento integrativo che lo sostituirà. Si specifica a coloro che con detta modalità abbiano già effettuato la rinuncia al bonus Irpef secondo la previgente normativa, che tale rinuncia è acquisita automaticamente per il nuovo trattamento.

Tuttavia si ricorda anche che, in virtù dei più elevati limiti di reddito che danno accesso al nuovo beneficio, è possibile ripristinare il diritto, accedendo alla medesima funzionalità self service”.

Ciascun amministrato può dunque rinunciare al trattamento integrativo o ripristinare il diritto al trattamento (per chi aveva rinunciato al Bonus Renzi 80 euro), attraverso la funzionalità self service.  Coloro che avevano già rinunciato al Bonus e non effettueranno il ripristino non si vedranno corrispondere il trattamento integrativo pari a 100 euro mensili.

“Inoltre – continua la comunicazione di NoiPa – la norma in oggetto prevede, fino al 31 dicembre 2020, anche una ulteriore detrazione fiscale per redditi di lavoro dipendente e assimilati, di importo decrescente a beneficio di titolari di redditi complessivi fino a 40.000 euro annui. Per tale ulteriore detrazione non è possibile gestirne la rinuncia in modalità self service”. La modalità self service non è quindi utilizzabile per rinunciare all’ulteriore detrazione fiscale per coloro che hanno redditi fino a 40.000 euro.

“Aumenti” da agosto

“Il trattamento integrativo sarà applicato dalla mensilità di luglio 2020L’ulteriore detrazione, ferma restando la decorrenza 1° luglio, sarà applicata sulla mensilità di agosto”. Questo è ciò che precisa ancora NoiPa.

Ricordiamo che i veri aumenti sono attesi con il rinnovo del contratto.

Abbiamo spiegato il meccanismo in

Aumento stipendi per taglio del cuneo fiscale: c’è parziale delusione, ma molti insegnanti e Ata vedranno in agosto l’incremento nello stipendio

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur