Stipendi docenti hanno perso di più degli altri Statali. Aumenti uguali per tutti?

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Dal 2010 ad oggi gli stipendi della scuola hanno perso il 12,4% del proprio potere d’acquisto, a differenza, ad esempio, degli impiegati nell’Antitrust o Privacy sono aumentati del 7,6%.

A dirlo un censimento dell’Aran relativa agli andamenti degli stipendi negli uffici pubblici.

Il publico impiego, però, viene considerato come unico settore e la legge di bilancio stanzierà i fondi in modo indifferenziato.

Scuola, Regioni, enti locali, ministeri, sanità ed enti di ricerca hanno pagato maggiormente lo scotto della crisi. Con la differenza che ai docenti sono stati assegnati i 500 euro di bonus per l’autoaggiornamento. Cifra che, comunque, non paga i mutui e le bollette.

Stanno per partire le trattative per gli aumenti stipendiali, ricordiamo che si tratta di 85 euro di media, che nella realtà si tradurrà in aumenti tra i 30 e i 50 euro netti, perché non saranno distribuiti a pioggia ma per “merito”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione