Stipendi docenti, l’ex ministra Fedeli: “Obiettivo retribuzioni europee. Servono anche percorsi di carriera per gli insegnanti e indennità” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

“Quale potrebbe essere un riconoscimento economico giusto per gli insegnanti? Nella media delle retribuzioni europee. Si può fare un passo dopo l’altro, ma dobbiamo avere chiaro l’obiettivo”. 

Lo ha detto la senatrice del partito democratico Valeria Fedeli, ex Ministra dell’Istruzione, nel corso del suo intervento al live di Orizzonte Scuola Tv del 10 febbraio.

E’ stato clamoroso durante la pandemia, ma sappiamo da sempre che si tratta di una delle professionalità del Paese più importanti“.

Per l’ex Ministro si deve agire su più fronti: “con il reclutamento forte e costante, dunque con formazione costante e sostanziosa, non solo fuori dall’orario di lavoro“.

L’altro fronte per Valeria Fedeli sono le retribuzioni, appunto: “Se non si fa questo svilisci quello che vuoi affermare, ovvero che si tratta di una delle professionalità più importanti. Si deve investire su più punti, comprese quelle delle retribuzioni“.

E ancora: “Non mi  permetto di dire se i 119 o 120 euro sono adeguati o meno. Dico che bisogna traguardare l’obiettivo della media europea“.

Inoltre, “io sono anche per differenziare con indennità le situazioni di disagio. E credo che servano dei percorsi di carriera dei docenti. Per mettere al centro il percorso formativo degli studenti devi investire sui docenti e sul personale“.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur