Stipendi dei supplenti brevi, Fasce: sempre in ritardo, ma non può farci nulla nessuno?

Stampa

Un articolo di Paolo Fasce sul ilsecoloxix.it affronta il tema dei ritardi con cui vengono pagati gli stipendi dei supplenti brevi.

” I contratti da supplente, lo apprendo ora perché faccio il dirigente, devono essere vidimati ogni santo mese perché vengano pagati e io, ogni mese, lo faccio con regolarità. Corre una goccia di sudore sulla tempia quando si avvicina la scadenza perché so che se non faccio quella procedura, entro il cinque del mese, e prima di me il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi, i supplenti non prendono lo stipendio” scrive Fasce.

“Ho sollecitato gli Uffici. Gli uffici della mia scuola che hanno contattato il MEF di Genova (aperto solo due ore alla settimana di pomeriggio), ma a tutt’oggi la dicitura di alcuni supplenti è la seguente: “risorse in corso di assegnazione da parte di MIUR”. Un insegnante precario, ma a tempo pieno (che dal 22 ottobre ad oggi ha percepito 586 euro in tutto) in un carteggio su questo tema, mi scrive: “Grazie per la disponibilità e la solidarietà… al MEF mi hanno detto che siamo migliaia in questa situazione…”. Migliaia.” continua Fasce.

“Nessuno ci può fare niente. Nessuno. Nessuno?” la domanda  finale dell’autore.

 

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!