Gli stipendi dei docenti italiani calano al -2,5%, fanalino di coda di tutti i comparti della PA

WhatsApp
Telegram

Giulia Boffa – I docenti italiani guadagnano meno di tutti, non solo all’estero, ma anche in Italia rispetto a tutti gli altri comparti del pubblico impiego.

Giulia Boffa – I docenti italiani guadagnano meno di tutti, non solo all’estero, ma anche in Italia rispetto a tutti gli altri comparti del pubblico impiego.

Lo rivela l’ARAN nel suo rapporto semestrale sulle retribuzioni pubbliche.

Nel periodo 2011/12 le retribuzioni del milione di occupati della scuola, un terzo del personale della PA, è diminuito del 2,5%, mentre quello degli altri comparti ha fatto registrare un aumento dello 0,7% a livello centrale e una flessione dello 0,4% a livello locale.

Fra il 2010 e il 2012 le retribuzioni medie della scuola sono cresciute del 29,2%, meno del tasso di inflazione effettivo del periodo (31%), e assai più lentamente rispetto al comparto costituito da Regioni e Autonomie locali, i cui stipendi medi del 2012 erano superiori del 41,6% rispetto a quelli del 2000, agli enti sanitari che sono cresciuti del 39,5% e anche al comparto del settore privato (36,1%).

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur