Stipendi ai docenti senza calcolare tutti gli anni di supplenza, a Napoli il giudice bacchetta il Ministero: risarcito un docente con quasi 4mila euro

WhatsApp
Telegram

La carriera del personale scolastico si conteggia per intero, calcolando anche considerando il servizio pre-ruolo: lo ha ribadito il tribunale di Napoli che ha risarcito un docente con 3.280,92 euro condannando il ministero dell’Istruzione “a riconoscere il diritto alla relativa progressione stipendiale e al pagamento” della somma “in favore della parte ricorrente”. 

Il giovane sindacato ricorda che trova sempre maggiore consistenza nei nostri tribunali, come in quelli transnazionali, la tesi condotta dall’Anief sulla ricostruzione di carriera comprensiva dei servizi di supplenza. è recente la pronuncia favorevole del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa a proposito della denuncia di Anief già accolta dal Comitato europeo dei diritti sociali sulla esigenza di equiparare il lavoro precario a quello a tempo indeterminato e cancellare l’abuso di precariato.

È sempre possibile ricorrere giudice del lavoro per ottenere il recupero degli scatti stipendiali del periodo pre-ruolo come docente e Ata: il ricorso può essere presentato sia da lavoratori precari che da dipendenti già assunti a tempo indeterminato.

Dunque, è sempre possibile ricorrere per vedersi riconosciuto il diritto all’integrale ricostruzione di carriera commisurata agli effettivi anni di servizio non di ruolo e per ottenere immediatamente il corretto inquadramento stipendiale.

Anief, infine, mette a disposizione di tutti i dipendenti scolastici un Calcolatore online che gratuitamente, in pochissimi minuti, quantifica il recupero delle differenze retributive. Le somme da recuperare, attraverso il ricorso al giudice, variano in media da 1.000 a 40.000 euro, con punte di centinaia di migliaia di euro non assegnati al lavoratore.

WhatsApp
Telegram

Concorso Dsga: il DECRETO è finalmente in Gazzetta Ufficiale. Preparati con il percorso formativo modulato dai nostri esperti