Stefani annuncia: “Nel PNRR legge quadro sulla disabilità. Attuare rivoluzione culturale che incentivi l’inclusione e l’accessibilità”

Stampa

“Riconoscere la priorità vaccinale per le persone con disabilità ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 104 e ai loro familiari e caregiver è stata la prima azione del mio mandato e il primo risultato concreto del governo Draghi”, dichiara in un’intervista a La Stampa Erika Stefani, ministra per la disabilità e senatrice della Lega.

Stefani sottolinea come “il futuro del nostro Paese dovrà essere ‘disability friendly’” perché “oggi un’azienda definita ‘green”’, per aver adottato criteri specifici, è ritenuta più appetibile e più performante”.

Quindi, aggiunge Stefani, “dobbiamo attuare una vera rivoluzione culturale che incentivi le aziende a distinguersi anche sotto il profilo di inclusione e accessibilità, creando occasioni di lavoro per le persone con disabilità”.

Tanto che “la prima grande riforma prevista nel PNRR consiste nell’elaborazione della Legge quadro sulle disabilità. Una riforma – dice – che permetterà di aggiornare la normativa vigente e rendere effettivo il progetto di vita individuale” perché “la persona deve diventare protagonista della sua vita e i servizi devono essere ritagliati come un abito sartoriale sui suoi bisogni e desiderata”, conclude la ministra Stefani.

Stampa

Il 28 maggio partecipa alla Tavola rotonda “Memoria e legalità. Giovani e scuola in cammino per non dimenticare”