Status personale della scuola: permane dopo le dimissioni?

di Patrizia Del Pidio

item-thumbnail

Il personale della scuola ha uno status giuridico che cessa con la fine del rapporto di lavoro.

Buongiorno,

Il mio quesito riguarda il riconoscimento dello  status di personale della scuola. Infatti,  dall’1.9.2018, con accesso all’Ape Volontaria, con un anno di anticipo, sono nata a fine  ottobre del 1952,  ho lasciato il servizio prestato per 33 aa    in qualità di assistente amministrativa.                                                                                       

Pensavo di riscuotere la pensione di vecchiaia, come tutto il personale della scuola, dall’1.9.2019, invece l’Inps ha stabilito la decorrenza della mia pensione di vecchiaia dal giorno successivo al compimento dei 67 anni, con la conseguente perdita di due mensilità di pensione, ricadendo la  data di nascita a fine ottobre.

 Ho  opposto  ricorso e sono in attesa di una risposta ufficiale, anche se ufficiosamente,  mi hanno detto che nel mio caso si configura l’istituto  della pensione differita poiché “il ricorso all’anticipo mi ha fatto perdere lo Status di Personale della Scuola”.

Chiedo se accettare il responso o insistere con il ricorso.

In attesa di cortese riscontro ringrazio  sentitamente  e saluto cordialmente

Il personale della scuola si può dire che ha uno status giuridico. Questo status regola il rapporto di lavoro, l’assunzione, la prestazione e la cessazione del servizio.

La status giuridico del personale scuola è costituito, quindi, da quel complesso di norme che regolano tutte le materie connesse al rapporto di lavoro.

Nel suo caso, con l’accesso alla pensione Ape volontario ha perduto lo status giuridico di personale della scuola che si è estinto con la sua cessazione dal servizio e dovrà, quindi, accedere alla pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni di età.

Per il personale della scuola c’è la norma di accedere al pensionamento il 1 settembre per non lasciare il servizio ad anno scolastico in corso, nel suo caso, visto che è già in pensione, il problema non si pone.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: