Green pass fino alla primavera e addio a Stato di emergenza Covid e sistema colori da gennaio 2022. Le ipotesi al vaglio

WhatsApp
Telegram

L’Italia vede la luce in fondo al tunnel dell’emergenza Covid-19. Con il 90% dei vaccinati, dato che potrebbe arrivare entro l’8 dicembre e con numeri dell’epidemia sotto controllo, si potrebbe davvero pensare a dire addio alle restrizioni che accompagnano da gennaio 2020.

Mancano poco più di due mesi alla fine dello stato di emergenza e già le forze politiche sono in pressing su Draghi per allentare le misure.

Quali saranno le misure a cadere per prima? La prima restrizione ad essere tagliata sarà il sistema dei colori (bianco, giallo, arancione e rosso) varato il 6 novembre 2020. Da fine giugno, ad eccezione della Sicilia, zona gialla per quasi un mese da fine agosto, tutta l’Italia è stata bianca con distanziamento e obbligo di mascherina al chiuso.

Ad inizio 2022 (entro gennaio) si potrebbe dire addio al sistema dei colori, mentre per il green pass dovremmo attendere qualche mese in più, probabilmente marzo-aprile 2022 quando tra l’altro cominceranno a scadere la maggioranza dei pass.

L’eventuale proroga della certificazione verde, sottolinea il Sole 24 Ore, non sarà legato all’allungamento dello stato di emergenza che potrebbe davvero chiudersi al 31 dicembre 2021 con il progressivo smantellamento della struttura commissariale retta dal generale Francesco Paolo Figliuolo.

L’unica vera incognita su cui sono in atto le riflessioni di Salute e Cts riguarda l’estensione della terza dose: sarà solo per gli over 60 o per tutti?

Covid, Draghi: “Curva sotto controllo, fatto sforzo straordinario. Possiamo tenere le scuole aperte”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur