“Squadristi”, Giannini rischia mozione di sfiducia

di redazione
ipsef

Il Ministro Giannini, contestata durante la festa dell'unità a bologna da una cinquantina di docenti e studenti, ha utilizzato i termini "squadristi" (per descrivere gli "aggressori"?, "abulici" e "aggressivi" per descrivere la maggioranza e la minoranza dei docenti.

Il Ministro Giannini, contestata durante la festa dell'unità a bologna da una cinquantina di docenti e studenti, ha utilizzato i termini "squadristi" (per descrivere gli "aggressori"?, "abulici" e "aggressivi" per descrivere la maggioranza e la minoranza dei docenti.

Affermazioni che colpiscono a 360 gradi e che sembrano più da Ministro dimissionario che da membro del Governo in procinto di varare una riforma epocale.

I termini hanno offeso gli insegnanti, sia gli "abulici" che gli "aggressivi", per non parlare degli "squadristi". Ripercussioni anche all'interno della stessa maggioranza che ha visto l'ex sottosegretario Fassina intervenire immediatamente sulla questione chiedendo al Ministro le scuse per tutto il mondo della scuola.

Sulla questione, Fassina è ritornato con un nuovo messaggio twitter: "Ministra Giannini gli insegnanti attendono le sue scuse per le sue parole offensive verso di loro. Dobbiamo avviare mozione di sfiducia?"

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione