Sportello pedagogico, supporto per Dirigenti, docenti e famiglie. Ecco un modello di realizzazione, scarica documento

WhatsApp
Telegram

Non solo teorie all’Assemblea nazionale dell’UNIPED tenutasi sabato scorso all’Università IUSVE di Venezia. «Fari accesi sulle professioni educative» segnano il punto d’arrivo d’un percorso attento e di grande riflessione epistemologica avviata a livello nazionale nelle scuole, nelle università e nel mondo delle professioni sanitarie dall’UNIPEED ma anche il punto di partenza per un quadriennio di un più fortificato impegno sul fronte dell’azione, come hanno ribadito più di un relatore durante il convegno scientifico che ha preceduto l’assemblea nazionale. Azione che ha già un primo appuntamento: l’audizione al Senato della Repubblica per l’Istituzione (ed era ora) di un albo professionale dei pedagogisti. È necessario e, principalmente, è urgente e prioritario e deve essere calendarizzato nell’agenda politica dell’attuale governo.

ll Tavolo Regionale dell’USR Veneto

Tra i relatori, a Venezia, anche la dott.ssa Chiara Sartori dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto che oltre a porgere i saluti del Direttore Generale ha relazionato, con ottimi spunti per una replicabilità della scelta operata dall’USR Veneto nel resto del Paese, sul “Tavolo tecnico regionale” aperto ai rappresentanti delle diverse Associazioni professionali dei Pedagogisti e degli Educatori del Veneto. Con, inutile ribadirlo, un contributo di particolare rilievo dell’UNIPED e per esso del presidente nazionale professore Alessandro Bozzato che, per l’appunto, è veneto.

Protocollo d’intesa tra ministero dell’Istruzione e associazioni professionali dei pedagogisti e degli educatori

Il Protocollo d’intesa tra Ministero dell’Istruzione e le Associazioni professionali dei Pedagogisti e degli Educatori, ha ricordato, nel suo intervento, la dott.ssa Chiara Sartori del Servizio Ispettivo dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, è stato siglato il 27 agosto del 2020 per l’“Attivazione di progetti finalizzati a promuovere l’educazione alla convivenza civile, sociale e solidale, quale parte integrante dell’offerta formati”. Il 14 agosto 2021 è stato siglato il Protocollo d’intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico 2021/2022 nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione di Covid 19 che prevede al punto 9) specifiche misure di supporto psicologico, pedagogico ed educativo, volte a fronteggiare situazioni di insicurezza, stress, ansia dovuta ad eccessiva responsabilità, timore di contagio, rientro al lavoro in “presenza”, difficoltà di concentrazione e condizioni di percezione di isolamento.

La scelta dei Pedagogisti e degli Educatori avviene per il tramite di appositi bandi pubblicati e il tavolo tecnico regionale istituito dall’USR Veneto

Per attuare tali Protocolli, nella Regione Veneto, è stato costituito un Tavolo Regionale, formato da rappresentanti dell’USR e da rappresentanti delle diverse Associazioni professionali dei Pedagogisti e degli Educatori del Veneto. Nel febbraio del 2022 – ha sottolineato la dott.ssa Chiara Sartori del Servizio Ispettivo dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto – il Tavolo Regionale ha presentato le diverse tipologie di attività pedagogiche che le Istituzioni Scolastiche del Veneto potevano richiedere alle diverse Associazioni con particolare riferimento ai destinatari di tali attività quali: Dirigenti scolastici, Funzioni strumentali al PTOF, Docenti, Alunni/Studenti, Famiglie, Rappresentanti degli Enti Sociosanitari e delle Associazioni del territorio. La scelta dei Pedagogisti e degli Educatori avviene per il tramite di appositi bandi pubblicati dalle singole Istituzioni scolastiche, sulla base di specifiche condizioni di partecipazione e di opportuni criteri di selezione. Un contributo sostanziale lo dà l’UNIPED, associazione che tiene insieme il meglio della pedagogia italiana.

Le attività previste

Cosa prevede questo tavolo tecnico dell’USR Veneto? Ecco nel dettaglio:

  • Consulenza al sistema scolastico per la costruzione di una progettualità educativa e formativa quale risposta ai bisogni dell’utenza e alle esigenze del contesto;
  • Supporto al Dirigente scolastico, ai docenti e alle famiglie;
  • Progettazione, coordinamento e intervento pedagogico per la piena inclusione di ciascun alunno e per favorire lo sviluppo degli apprendimenti, il benessere personale e sociale;
  • Attivazione di uno sportello pedagogico rivolto ai docenti, alle famiglie e agli alunni;
  • Costruzione di un tavolo sinergico scuola/famiglia/territorio per lo sviluppo di una progettualità di rete;
  • Consulenza per l’attivazione di progetti, anche in logica sistemica, e/o interventi educativi–formativi con i gruppi classe;
  • Consulenza con riferimento a progettualità a favore di minori con bisogni educativi speciali, al fine di sostenere i processi di inclusione scolastica e sociale;
  • Consulenza ai docenti nella progettazione di interventi individualizzati e/o personalizzati;
  • Consulenza e supporto nella rilevazione precoce delle difficoltà che connotano il percorso di apprendimento e consulenza nella progettazione di percorsi didattici a sostegno di difficoltà e/o disturbi;
  • Formazione per i docenti e per il personale scolastico;
  • Consulenza e supporto nella progettazione e nella realizzazione di percorsi di educazione alla cittadinanza attiva e alla convivenza civile.

Incontro di formazione e approfondimento con le Associazioni professionali dei Pedagogisti e degli Educatori

Nel novembre del 2022, in due date diverse, una dedicata alle istituzioni scolastiche del primo ciclo e una alle istituzioni scolastiche del secondo ciclo, si è svolto un incontro di formazione e approfondimento con le Associazioni professionali dei Pedagogisti e degli Educatori. Gli incontri – ha sottolineato la dott.ssa Chiara Sartori del Servizio Ispettivo dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto – sono stati trasmessi in diretta YouTube. Tali incontri si sono svolti per far conoscere le possibili attività che queste figure professionali offrono alle scuole come supporto educativo. In particolare, dopo una prima presentazione della figura del Pedagogista e dell’Educatore professionale socio-pedagogico, le diverse Associazioni hanno presentato dei progetti realizzati nelle scuole del Veneto. Gli incontri sono stati registrati e pubblicati sul portale riservato alle Istituzioni Scolastiche (SharePoint).

Il futuro della collaborazione

La collaborazione tra USR per il Veneto e le Associazioni professionali dei Pedagogisti e degli Educatori continuerà per fornire un supporto alle scuole di ogni ordine e grado finalizzato a garantire azioni di miglioramento dei servizi che pongano il soggetto in formazione al centro del proprio percorso educativo e di apprendimento.

Lo sportello pedagogico “Empatica-Mente”

In allegato un modello, valido, per intervenire nelle scuole. Si chiama “Empatica-Mente” ed è stato pensato, ideato e creato dalla dott.ssa Vanessa Aprile, pedagogista dell’Istituto d’istruzione Superiore “E. Majorana” di Rossano (CS) diretto con competenza e brillantemente dal Saverio Madera.

Progetto sportello ascolto (1)

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno IX ciclo. Corso online per il superamento della prova scritta e orale: promozione Eurosofia a soli 70€