SPID anche per i minorenni, ma sotto il controllo dei genitori: le info utili

WhatsApp
Telegram

L’AGID ha adottato le linee guida che rendono possibile l’attivazione di una identità SPID anche per la fascia d’età 5-17 anni, che potrà usufruirne sotto la supervisione dei genitori.

I minori tra i 5 e i 13 anni potranno inizialmente utilizzare lo SPID soltanto sui servizi online erogati dagli istituti scolastici. Successivamente l’utilità verrà estesa anche ad altre funzioni, iniziando a trasformare lo SPID in quel canale di dialogo tra cittadino e PA che, con l’approdo ai 18 anni, diventa infine indispensabile.

Studenti under 14 e over 14

  • Under 14: i minori tra i 5 e i 13 anni potranno usare la propria identità digitale esclusivamente per i servizi online forniti dalle scuole e sotto stretto controllo del genitore, per un periodo sperimentale fino al 30 giugno 2023.
  • Over 14: i minori che hanno superato i 14 anni di età potranno dotarsi di SPID per accedere ai servizi dell’INPS, tramite l’area riservata myinps, al Fascicolo Sanitario Elettronico oppure alla verifica dei punti sulla patente per ciclomotori;

Cosa devono fare i genitori

I genitori possono richiedere il rilascio di SPID per figli minorenni rivolgendosi al proprio Identity Provider (IdP), ovvero il gestore dell’identità digitale.

Il genitore, dunque, deve accedere con credenziali di livello 2 al servizio reso disponibile dal proprio Identity Provider; inserire i seguenti dati relativi al minore in favore del quale intende chiedere il rilascio di SPID: nome, cognome, codice fiscale, data nascita; dichiarare, ai sensi dell’art. 46, comma 1, lett. u) del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, la propria qualità di esercente la responsabilità genitoriale sul minore; dichiarare, ai sensi dell’art. 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, di essere delegato alla richiesta di SPID da parte dell’eventuale Genitore non richiedente o di essere l’unico esercente la responsabilità genitoriale sul minore; accettare la ricezione di notifiche (ordinarie o push) da parte dell’Identity Provider per l’autorizzazione all’utilizzo di SPID da parte del minore.

Al compimento del diciottesimo anno di età, l’Identity Provider ha l’obbligo di inviare un messaggio al neo maggiorenne mettendo a sua disposizione un servizio per revocare, previa autenticazione con credenziali SPID di livello 2, la propria identità digitale.

LINEE GUIDA

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur