Spezzoni fino a 6 ore: quando spettano al supplente, prima dei docenti di ruolo

di Paolo Pizzo

item-thumbnail

L’attribuzione degli spezzoni pari o inferiori le 6 ore crea ogni anno delle disparità. Analizziamo i criteri di assegnazione.

Maddalena scrive

chiedo quale criterio si usa per assegnare questi spezzoni orari fino a 6 ore . Io ho letto e riletto la circolare supplenze ma mi pare che queste ore vadano assegnate prioritariamente agli insegnanti a t d che devono completare e in un secondo momento ad insegnanti a tempo indeterminato. Sono perplessa perché il mio provveditorato ha restituito le ore ai presidi  per esibirle agli insegnanti in servizio di ruolo eccedenti l’orario d’obbligo . La normativa non mi sembra cambiata e l’anno scorso la procedura era diversa e mi pareva giusta . Se esiste qualcosa di diverso le chiedo se me la può citare  grazie

Assegnazioni ore

l’attribuzione delle ore risponde ai criteri dettati dal comma 4 dell’art. 22 della legge finanziaria 28/12/2001 n. 448:

  1. in via prioritaria, al personale con contratto a tempo determinato avente titolo al completamento di orario e in possesso dell’abilitazione all’insegnamento per la classe di concorso cui si riferisce la disponibilità;
  2. quindi a docenti con contratto a tempo indeterminato dichiaratisi disponibili ad effettuare ore eccedenti rispetto all’orario d’obbligo fino a un massimo di 24 ore (sempre se in possesso dell’abilitazione all’insegnamento per la classe di concorso cui si riferisce la disponibilità);
  3. poi a docenti con contratto a tempo determinato disponibili ad effettuare ore eccedenti rispetto all’orario d’obbligo fino a un massimo di 24 ore (sempre se in possesso dell’abilitazione all’insegnamento per la classe di concorso cui si riferisce la disponibilità);
  4. infine, in via del tutto residuale, a personale supplente appositamente assunto per scorrimento delle relative graduatorie di istituto (a partire dalla I fascia).

Requisiti

Il requisito per essere destinatari di tali ore è il possesso dell’abilitazione all’insegnamento per la classe di concorso cui si riferisce la disponibilità.

Non sono invece dei requisiti richiesti essere inseriti in graduatoria ad esaurimento/istituto per la classe di concorso cui si riferisce la disponibilità (se tali ore devono essere attribuite al personale a tempo determinato) e che le ore disponibili possono essere assegnate ad un docente che è titolare su altra classe di concorso rispetto alla disponibilità venutasi a creare.

Pertanto, il diritto del docente ad accettare tali ore si esercita per tutte le classi di concorso per le quali lo stesso è fornito di specifica abilitazione, non per la relativa disciplina insegnata nella scuola in quel determinato anno scolastico.

Es. Docente a tempo determinato nominato nella scuola X per 12 ore su sostegno fino al 30/6 in AD00 in possesso di abilitazione A022 (Lettere scuola I grado).

Nella scuola sono presenti 6 ore di A022. Tali ore andranno assegnati a completamento al docente su sostegno in possesso di specifica abilitazione per A022 prima che ad un docente che insegna Lettere (A022) con 18 ore.

Conclusioni

La normativa di assegnazione delle ore fino a 6 restituite alle scuole dalll’ATP quando dichiara concluse le operazioni di attribuzione delle nomine a tempo determinato, per l’anno scolastico di riferimento, non è cambiata. E’ infatti riportata ogni anno anche nella nota delle supplenze.

I primi beneficiari sono quindi i docenti a tempo determinato in servizio in quella scuola con contratto fino ad almeno il 30/6 nominati per spezzone orario.

Tali docenti, in possesso dell’abilitazione richiesta, possono accettare tali spezzoni fino a completamento delle 18 ore.

Pertanto, nel solo caso ci sia un docente a tempo determinato nominato con spezzone orario questi precede i docenti a tempo indeterminato.

Qualunque altra assegnazione da parte dei DS, per esempio prioritariamente ai docente a tempo indeterminato, deve considerarsi illegittima e quindi va subito segnalata sia al DS che all’atp di riferimento.

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads