Spese scolastiche, detraibili sino a 717€ per figlio. DSA

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’agenzia delle entrate con la circolare n. 7/E del 27/04/2018 ha fornito indicazioni, tra le altre, in merito alle detrazioni per le spese scolastiche.

Spese detraibili

L’Agenzia ricorda che è possibile detrarre il 19% delle spese scolastiche.

Il limite massimo detraibile, per le scuole dell’infanzia, primaria e secondaria, è di 717 euro per figlio.

Sono detraibile le seguenti spese: mensa e  servizi integrativi; gite scolastiche; assicurazione; contributi relativi all’ampliamento dell’offerta formativa deliberati dagli organi d’istituto.

Per informazioni dettagliate vedi la circolare n. 7/E del 27/04/2018.

Integrazione dichiarazione

Nel caso in cui il contribuente abbia già prodotto la dichiarazione dei redditi, è possibile procedere all’integrazione della stessa.

L’integrazione, tuttavia, non è sempre possibile, come riferito in “730 integrativo, ecco come fare per correggere gli errori”. Controlla se nel tuo caso è possibile integrare la dichiarazione già effettuata.

DSA

Sono detraibili, inoltre, le spese effettuate per l’acquisto di strumenti compensativi e supporti tecnici e informatici (al riguardo vedi Linee Guida Miur), tra i quali:

  • sintesi vocale (trasforma un compito di lettura in uno di ascolto);
    registratore (consente all’alunno di ascoltare la lezione);
  • programmi di video scrittura con correttore ortografico (permettono la produzione di testi sufficientemente corretti, evitando l’affaticamento della rilettura e della contestuale correzione degli errori);
  • apparecchiature e dispositivi basati su tecnologie meccaniche, elettroniche o informatiche;
  • calcolatrice (facilita le operazioni di calcolo);
  • altri strumenti quali tabelle, formulari, mappe concettuali …

Per poter usufruire della detrazione, si deve dimostrare l’utilità della spesa ai fini dell’apprendimento, presentando i seguenti documenti:

  • certificato medico attestante il collegamento tra i sussidi/strumenti acquistati e il tipo di disturbo diagnosticato;
  • documento di acquisto o di utilizzo dello strumento.

La detrazione, secondo quanto previsto dalla legge di Bilancio 2018, riguarda le spese sostenute nel 2018, per cui va effettuata nella dichiarazione dei redditi 2019.

Versione stampabile
anief
soloformazione