Sperimentazione percorsi quadriennali: quali sono gli indirizzi di studio che possono richiederla

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Chiarimento del Miur sul Piano nazionale di innovazione ordinamentale per la sperimentazione di percorsi quadriennali di istruzione secondaria di secondo grado.

Quali sono gli indirizzi di studio che possono essere oggetto di richiesta di sperimentazione quadriennale?

Il Miur ha chiarito che le proposte progettuali delle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie interessate alla sperimentazione di percorsi quadriennali devono essere riferite ad indirizzi di studio ordinamentali di percorsi liceali o tecnici che risultano già attivi nelle istituzioni scolastiche al fine, tra l’altro, di non comportare alcun onere aggiuntivo per il bilancio dello Stato, come espressamente previsto dall’articolo 3, comma k del Decreto Dipartimentale del 18 ottobre 2017 prot. n. 820.

Percorsiquadriennali

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione