Sperimentazione filiera formativa tecnologico-professionale: proroga candidature al 12 gennaio

WhatsApp
Telegram

Con circolare del 28 dicembre il Ministero dell’istruzione e del merito proroga i termini di presentazione delle domande di candidatura contenenti la proposta progettuale per l’adesione al piano nazionale di sperimentazione relativo all’istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale al 12 gennaio 2024.

La proroga arriva “in considerazione delle numerose richieste pervenute da parte dei Dirigenti scolastici/Coordinatori delle attività educative e didattiche
delle istituzioni scolastiche di istruzione tecnica e professionale interessate ad aderire”.

Il Ministero ricorda la FAQ 20 in cui si spiega che la domanda di candidatura inviata nei termini indicati può essere integrata successivamente con l’invio degli allegati riguardanti le delibere richieste, la formale adesione al progetto da parte degli organi competenti per le altre istituzioni coinvolte e l’accordo di rete stipulato. In tal caso, nel formulario di candidatura vanno espressamente indicati i documenti che saranno oggetto di invio successivo e che, in caso di mancanza di formalizzazione dell’accordo di rete e degli accordi di partenariato previsti, è necessario allegare una dichiarazione di
impegno a costituirsi in rete e ad attivare il partenariato.

CIRCOLARE PROROGA

Le proposte progettuali

La proposta progettuale deve riguardare:

  • il contesto di riferimento e la struttura della filiera,
  • la tipologia dei percorsi,
  • la pianificazione dei partenariati,
  • le attività trasversali,
  • le risorse,
  • i soggetti che costituiscono la rete.

Nel progetto deve essere definito il modello curriculare, potenziando le competenze di base, e la progettazione dei singoli percorsi di istruzione e formazione, in particolare per quanto riguarda la riorganizzazione del curricolo secondo il modello sperimentale quadriennale e il ricorso alla flessibilità didattica e organizzativa consentita dall’autonomia delle istituzioni scolastiche, alla didattica laboratoriale, all’adozione di metodologie innovative, al potenziamento delle discipline STEM, alla didattica digitale, ai processi di orientamento e all’utilizzo di tutte le risorse disponibili, a invarianza delle dotazioni organiche complessive attribuite per i corrispondenti percorsi quinquennali.

Il progetto deve infine indicare le specifiche azioni di raccordo e di orientamento finalizzate all’accesso ai percorsi dell’istruzione terziaria degli ITS Academy.

La proposta progettuale può essere presentata da un istituto tecnico e/o professionale ovvero da un raggruppamento di istituti tecnici e/o professionali.

L’avviso e il decreto del 7 dicembre

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri