Speranza: parliamo poco di scuola e troppo di calcio, attenzione a priorità

Stampa

“Le misure di sicurezza non sono posizioni che derivano da cesure destra-sinistra ma per bloccare il virus. Mi auguro ci sia concordia nazionale, dobbiamo essere uniti e non dividere il Paese”. Cosi’ il ministro della Salute Roberto Speranza a Mezz’ora in più su Rai3.

Stiamo parlando troppo di calcio e troppo poco di scuola, la priorità deve essere altro. Anche io sono appassionato di calcio, ma attenzione a dare le priorità“, aggiunge il ministro della Salute.

Sulle prossime misure per il contrasto alla diffusione dei contagi, Speranza afferma: “L’obbligo di mascherina su tutto territorio nazionale h24 è tra le ipotesi che stiamo valutando. Il governo farà le sue scelte dopo il passaggio parlamentare di martedì“.

Abbiamo bisogno di maggiori controlli dello Stato per far rispettare il divieto di assembramento. “La sfida di fondo però è la persuasione e la consapevolezza dei cittadini“.

Leggi anche

Speranza: vogliamo tenere le scuole aperte

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia