Speranza: “Non intervenire sulla Buona scuola minerebbe rapporto fiducia tra noi e il Governo”

WhatsApp
Telegram

Roberto Speranza (PD) interviene ancora una volta sulla Buona Scuola, utilizzando toni abbastanza decisi.

Queste le sue parole, come apprendiamo dal Corriere della Sera:

“Non sono più disponibile a sostenere misure che portano fieno in cascina ai populisti. Non intervenire su Jobs act e Buona scuola minerebbe il rapporto di fiducia tra noi e il governo”.

Per Speranza, dunque, la Buona Scuola costituisce una misura “populista”, sulla quale si deve assolutamente intervenire: serve “un Check up alla Buona scuola”.

Non intervenire sulla Buona Scuola e sul Jobs act, secondo  l’esponente PD potrebbe mettere a rischio la fiducia votata pochi giorni fa al nuovo governo Gentiloni.

Le parole di Speranza riflettono ciò che pensano, oltre che molti esponenti politici, gli addetti ai lavori: la legge 107/2015 non ha risolto i problemi della Scuola  e va modificata al più presto.

Speranza, come altri esponenti di spicco del PD, è ben cosciente del peso avuto dalla Riforma della Scuola nell’ambito della sconfitta del Governo Renzi al Referendum.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur