Speranza: “La scuola è considerata una priorità assoluta dal Governo”

Stampa

“La scuola è considerata dal Governo una priorità assoluta. Tutto ciò che si può mettere in campo per affrontare il tema dei trasporti va fatto provando a partire da altro rispetto alle scuole. Poi l’evoluzione epidemiologica richiederà una valutazione settimana dopo settimana”.

“L’Oms nel 2012 ha sottolineato che il fenomeno del maltrattamento sui bambini è un problema di salute  pubblica, rilevante anche nel nostro Paese. I dati tratti dalla prima indagine nazionale sul maltrattamento dei bambini e adolescenti, condotta nel 2015 per l’Autorità garante dell’infanzia e adolescenza,  rilevano che questo fenomeno colpisce il 9,5% della popolazione minorile”.

Lo ha affermato il ministro della Salute Roberto Speranza nella sua relazione in audizione alla Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle forme di violenza fra i minori e ai danni di bambini e adolescenti.

“Il fenomeno è tanto più grave perché nella maggior parte dei casi si verifica in famiglia. Quindi in un contesto di relazioni intime e  affettive. Proprio per questo le conseguenza sono più gravi nei  soggetti in età evolutiva con possibili danni per lo sviluppo emotivo e psicofisico”, ha aggiunto il ministro.

E ancora: “Il trasporto pubblico urbano è un tema vero. Oggi c’è una riunione e si dovranno trovare delle soluzioni. Secondo me dobbiamo provare a lavorare su due ambiti: uno è quello di favorire la possibilità di rafforzamento dello smart working che in questa fase andrebbe ulteriormente incrementata. La seconda strada è quella di incentivare ancora di più la differenziazione degli orari di ingresso nelle scuole e negli uffici pubblici. Io partirei da queste due strade”. 

“La scuola è considerata dal Governo una priorità assoluta. Tutto ciò che si può mettere in campo  per affrontare il tema dei trasporti va fatto provando a partire da altro rispetto alle scuole. Poi l’evoluzione epidemiologica richiederà una valutazione settimana dopo settimana”.

Stampa

Acquisisci le indispensabili competenze sulla Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un ciclo formativo tecnico/pratico