Spending review, tagli scuola estero

di

A denunciarlo la UIL, con un comunicato apparso sul proprio sito. "Abbiamo letto con sconcerto che nel piano di revisione della spesa predisposto dal commissario Cottarelli sarebbe invece previsto un ulteriore taglio delle risorse per le scuole italiane all’estero"

A denunciarlo la UIL, con un comunicato apparso sul proprio sito. "Abbiamo letto con sconcerto che nel piano di revisione della spesa predisposto dal commissario Cottarelli sarebbe invece previsto un ulteriore taglio delle risorse per le scuole italiane all’estero"

"Deve valere, invece, – afferma il comunicato UIL – quanto assicurato  dal presidente del Consiglio Renzi:  l’istruzione  è  una risorsa strategica.  E questo deve valere anche per le  scuole italiane  all’estero".

"Condividiamo – sottolinea il segretario Di Menna – quanto detto oggi dal Premier a Bruxelles.  La qualità della politica deve arrivare a determinare più risorse per l’istruzione che interessi sul debito."

L’invito è di sostenere e valorizzare le eccellenze e la crescente domanda di lingua e cultura italiana nel mondo.

"Lingua e cultura italiana – continua il comunicato – importanti perché strumenti  di  integrazione e sviluppo, in Italia e in Europa.  Il Governo deve  sostenerle e valorizzarle."

Versione stampabile
soloformazione