Spending review. Pensionamento docenti: buone nuove, ma con cautela

Di
WhatsApp
Telegram

red – Come anticipato nei giorni scorsi da orizzontescuola.it, tra gli emendamenti che si stanno discutendo alla commissione bilancio ce n’è uno che riguarda "Quota 96", cioè, quei docenti che non sono potuti andare in pensione a causa del cambiamento delle regole causato dalla riforma Fornero.

red – Come anticipato nei giorni scorsi da orizzontescuola.it, tra gli emendamenti che si stanno discutendo alla commissione bilancio ce n’è uno che riguarda "Quota 96", cioè, quei docenti che non sono potuti andare in pensione a causa del cambiamento delle regole causato dalla riforma Fornero.

Oggi è apparsa la notizia anche tra le pagine dell’agenzia di stampa Dire, ripresa poi da un sito specialistico.

La notizia dava quasi per certo l’approvazione da parte della commissione di una deroga per questi insegnanti, concedendo loro la possibilità di andare in pensione con le vecchie regole pre-riforma, e il governo pronto ad accogliere l’emendamento.

Sulla vicenda è intervenuta l’onorevole Bastico che ha voluto smorzare eccessivi entusiasmi e richiamare al realismo. La notizia è vera, ha affermato, "l’operazione non è ancora andata in porto". Quindi cautela e speriamo bene.

L’obiettivo della senatrice e di "di collegare il tema pensioni al tema esuberi nella scuola, in modo da portare, in coerenza con quanto previsto per gli altri dipendenti pubblici, il pensionamento a costo 0". E le auguriamo in bocca al lupo.

Si tratta di ore decisive, delicate e, sempre la Bastico, ha tenuto a precisare come falsa notizia, apparsa in un sito di informazione scolastica, della bocciatura di tutti gli emendamenti.

La parola d’ordine in questo frangente dovrebbe essere, innanzitutto, cautela, senza lasciarsi prendere la mano dall’eccessiva foga di fare scoop.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur