Spending review. Nessun taglio previsto per la scuola

di Giulia Boffa
ipsef

La rassicurazione giunge dall'ex commissario Cottarelli: "Le aree di spesa per istruzione e cultura in Italia non sono certo troppo elevate, ed è per questo che sono aree che non abbiamo indagato, su cui non abbiamo fatto proposte di risparmi".

La rassicurazione giunge dall'ex commissario Cottarelli: "Le aree di spesa per istruzione e cultura in Italia non sono certo troppo elevate, ed è per questo che sono aree che non abbiamo indagato, su cui non abbiamo fatto proposte di risparmi".

Le affermazioni durante la presentazione del suo libro 'La lista della spesa' al Festival Economia di Trento.

Cottarelli ha sottolineato "le spese per scuola e cultura vanno preservate" perché si tratta di investimenti che nel medio periodo "hanno effetti positivi per la crescita".

Diverso il caso delle spese per la difesa, sulle quali l'ex commissario aveva stimato "possibili risparmi per 2,5-3 miliardi. Ora è in corso una riforma della difesa ma a 'risparmi zero' perché si riducono le spese per il personale ma se ne aumentano altre. Forse si potrebbe vedere di non aumentare le spese".

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione