Specializzazione sostegno: più posti al Sud nelle università, ma i supplenti mancano al Nord

Stampa

E’ già scoppiata la polemica dopo la pubblicazione del decreto che dà il via ai corsi per la specializzazione sul sostegno.

E’ quanto si legge in un articolo del Corriere.

I precari lamentano il fatto che il numero maggiore di posti sia stato assegnato alle Università del Sud, quando la maggior parte dei posti scoperti è al Nord.
Dalle tabelle si legge che nella sola Sicilia i posti disponibili sono 4675, mentre in Lombardia sono 1090. Gli alunni disabili in Lombardia sono oltre 43.000, mentre in Sicilia sono 27.000, i posti di sostegno in Lombardia sono 20.367 in Lombardia, contro i 18.108 della Sicilia.

Al Sud però ci sono graduatorie ancora stracolme, al Nord si lavora da mad; ecco quanto riporta il Corriere, analizzando i dati delle supplenze: “nel 2015/2016 la percentuale di insegnanti di sostegno a tempo determinato era del 29%, due anni dopo del 43% e quest’anno è arrivata al 48% (77.705 su 163.344, secondo i dati Miur): quasi uno su due, con picchi al Nord, dove ci sono 24 mila supplenti in servizio, il 62%”.

TFA Sostegno V ciclo al via: prove 2 e 3 aprile, ecco i posti per Università (20 mila totali), chi può accedere. Il Decreto

Stampa

Come fare educazione civica Digitale: dagli ambienti digitali alle fake news, dal Sexting alla netiquette. Corso con iscrizione e fruizione gratuite