Specializzazione sostegno, BOZZA decreto: CSPI chiede ingresso laureati e ITP con 24 CFU o docenti con 36 mesi servizio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Specializzazione sostegno a.a. 2018/19: emanato il parere del CPSI,  non prescrittivo, sulla bozza del decreto elaborata dal Ministro.

I requisiti di accesso

Specializzazione sostegno: manca poco per la pubblicazione del bando. Ma è grande l’incertezza sui requisiti di accesso per la scuola secondaria di I e II grado. 

Il Miur vuole limitare l’accesso solo ai docenti in possesso di abilitazione,  il CSPI invece chiede di prendere in considerazione l’evoluzione normativa e di aprire anche ai laureati o ITP con 24 CFU nelle discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche e docenti con 36 mesi di servizio.

La bozza del decreto

Basti rilevare che sia il Decreto Legislativo n. 66/2017 che il disegno di legge di Bilancio in esame al Parlamento contrastano con il decreto proposto dal Miur per avere certezza dell’avvio di una fase di contenzioso.

Il Consiglio ritiene inoltre che l’evoluzione ancora non definita e confusa del quadro normativo non debba influire in modo negativo
sulla possibilità di ampliare la platea di partecipanti, estendendo la partecipazione anche ai docenti che hanno 36 mesi di servizio.

Nessun dubbio invece per i requisiti di accesso per infanzia e primaria.

  • laurea in Scienze della formazione primaria o
  • diploma magistrale e diploma sperimentale ad indirizzo linguistico conseguiti presso gli istituti magistrale entro l’a.s. 2001/02.

Mancano insegnanti di sostegno

Il CSPI condivide l’urgenza nell’avvio dei corsi, purché al decreto siano apportate le modifiche richieste.

Sono inoltre necessarie – scrive il CSPI – politiche di consolidamento dell’organico sia in termini quantitativi che di qualificazione professionale, a livello di formazione iniziale e in servizio.

la bozza del decreto

Specializzazione sostegno (TFA), CSPI chiede accesso ai laureati e abilitati all’estero

Versione stampabile
anief banner
soloformazione