Specializzazione sostegno, accesso ai corsi anche con laurea e 24 CFU

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La legge di bilancio, oltre a modificare il sistema di reclutamento della scuola secondaria di primo e secondo grado, interviene sui requisiti di accesso ai corsi di specializzazione su sostegno.

Requisito d’accesso: abilitazione

Il requisito richiesto per l’accesso ai corsi di sostegno è attaualmente l’abilitazione all’insegnamento, in quanto il decreto 59/2017 non è stato ancora attuato.

Il predetto decreto, ai fini del conseguimento della specializzazione su sostegno, prevede il percorso triennale FIT, che sarà abolito dalla legge di bilancio. Ricordiamo che per accedere al FIT sono necessari la laurea e 24 CFU.

Percorso e requisiti d’accesso

La legge di bilancio, come suddetto, modificando il decreto 59/17, abolisce il percorso triennale FIT e prevede come requisito d’accesso ai corsi di specializzazione uno dei seguenti:

  • abilitazione specifica all’insegnamento o laurea più 24 CFU in discipline antro-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, con riferimento con alle procedure distinte per la secondaria di primo o secondo grado.

Oltre che con l’abilitazione,  dunque, sarà possibile accedere ai corsi di sostegno con la sola laurea e i 24 CFU.

Evidenziamo che nella bozza di decreto del prossimo corso di specializzazione è prevista la partecipazione dei soli abilitati e non anche di coloro i quali siano in possesso della sola laurea e 24 CFU.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione