Specializzati all’estero sostegno, Amato (M5S): “Siano valutati entro quest’anno”

WhatsApp
Telegram

“Tanto tuonò che piovve. Nel decreto sul potenziamento e sulla riorganizzazione delle pubbliche amministrazioni è sancito che per l’anno scolastico 23/24, i docenti in prima fascia delle GPS con riserva di riconoscimento del titolo di abilitazione o di specializzazione sul sostegno conseguito all’estero, siano iscritti in un elenco aggiuntivo sino all’effettivo riconoscimento del titolo di accesso”.

Lo ha detto il deputato M5S in commissione istruzione alla Camera Gaetano Amato, parlando di una delle disposizioni dell’articolo 5 del decreto PA

Cosa comporta tutto questo? Che se il titolo conseguito all’estero viene successivamente riconosciuto il rapporto di lavoro prosegue. Se però dovesse intervenire il mancato riconoscimento del titolo, il contratto verrebbe immediatamente risolto“, prosegue il pentastellato.

Ora, prosegue, la domanda che poniamo a Valditara è molto semplice: che senso ha inserire migliaia di docenti, in gran parte di sostegno, in graduatorie di supplenze, per poi rimandarli a casa se il titolo specifico non dovesse superare la valutazione? Non ritiene il ministro assurdo che a pagare questa situazione siano studenti, in particolare quelli più fragili e bisognosi di sostegno, che rischiano di essere affidati a un docente non idoneo solo perché il ministero è incapace ad assolvere al proprio compito valutativo entro l’inizio del prossimo anno scolastico? Non sarebbe più logico impegnarsi a valutarli entro quest’anno scolastico di modo da poter dare certezze per il prossimo agli studenti e alle loro famiglie?”

Chiediamo a Valditara, se può, di risponderci e aiutarci a comprendere un simile non-senso ai danni per l’ennesima volta della comunità scolastica”, conclude.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri