Spararono alla docente con pallini di gomma, cambia il voto in condotta per i due studenti: avranno 7 e 6, ma saranno promossi

WhatsApp
Telegram

L’istituto “Viola Marchesini” di Rovigo ha rivisto il voto di condotta dei due studenti, dopo l’invito del Ministero a rivedere quanto deciso nei giorni scorsi. La decisione è arrivata dopo una riunione straordinaria del consiglio di classe convocata dalla preside Isabella Sgarbi.

Il caso, che ha creato scalpore, riguarda un episodio in cui uno studente ha sparato pallini di gomma con una pistola giocattolo all’insegnante di scienze, mentre un suo compagno quindicenne riprendeva l’incidente con il suo smartphone per poi diffonderlo online.

Il primo studente, descritto come un modello di comportamento, aveva ricevuto inizialmente un 9 in condotta, mentre il secondo studente aveva ottenuto un 8. La nuova decisione del consiglio di classe ha portato a un notevole cambiamento per entrambi gli studenti. Il primo si ritroverà ora con un 7 in condotta, e il suo compagno, colui che ha ripreso l’incidente, è stato promosso con un 6 in condotta. Questo rappresenta una media al ribasso tra il voto del primo quadrimestre (5 in condotta) e quello del secondo (8 e 9).

Nel complesso, la bocciatura, prevista nel caso di una insufficienza nel voto in condotta, è stata evitata per entrambi gli studenti.

In giornata, il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, aveva chiesto di rivedere le decisioni prese dalla scuola: “Visti gli esiti della relazione degli ispettori e considerata la non corretta applicazione del Dpr 122/2009 e del regolamento di istituto, ho avvertito l’esigenza di invitare la dirigente scolastica a riconvocare il consiglio di classe, al fine di riconsiderare in autotutela le decisioni prese”.

Poi, a margine del congresso organizzato da Confsal, Valditara aveva aggiunto: “Bisogna intervenire sul tema della condotta e delle sospensioni: non sono favorevole a lasciare a casa, a non fare nulla un ragazzo che si è comportato male, significa abbandonarlo a se stesso. Presenterò delle proposte in questa direzione per dare responsabilità, maturità, autorevolezza e perché serve rispetto verso i docenti. Ridare dignità ai docenti passa anche nel saper trovare la casa laddove il costo della vita è elevato: dobbiamo fare accordi con le Regioni per trovare appartamenti, gli stipendi dei docenti rischiano di essere inadeguati ad affrontare determinate realtà”.

La decisione del Consiglio di classe di abbassare i voti in condotta degli studenti che spararono pallini di gomma contro la propria insegnante restituisce alla scuola il suo ruolo di comunità educante. I ragazzi hanno bisogno di qualcuno che faccia loro capire le responsabilità delle loro azioni: la scuola non è solo un luogo di studio, ma è soprattutto un posto di formazione umana e sociale“.

Lo dichiara il senatore e coordinatore veneto di Fratelli d’Italia Luca De Carlo.

Il messaggio passato con questo provvedimento è chiaro: violenza, prevaricazione, bullismo e scherno non possono trovare spazio nelle nostre scuole”, aggiunge.

Con le nuove norme in materia di sicurezza stradale “ci saranno più fondi per le forze dell’ordine, chiederemo l’aiuto dei sindaci. Partiamo dalle scuole, con l’educazione stradale vera e con dei punti premio in più sulla patente per i ragazzi e le ragazze che avranno seguito questi corsi“.

Commenta il vicepremier e ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, ospite di Tg2 Post.

 

Leggi anche

Violenza contro il personale scolastico e inasprimento delle pene, “introduciamo la giustizia riparativa nelle scuole”. Il nostro Direttore in Parlamento, cosa abbiamo proposto

La docente colpita dai pallini di gomma contro Littizzetto: “Ha perso occasione per stare zitta

Docente colpita dai pallini di una pistola ad aria compressa in classe: “Mi sono sentita sola, come se fosse stata colpa mia”

Voto in condotta, Valditara annuncia: “Avrà più valore, ma a scuola mai più sospensioni”. Nelle prossime ore indicazioni ministeriali

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri