Spagna, quinto paese per contagi giornalieri, non ha dubbi: scuole aperte

Nonostante il rischio contagio da Coronavirus, la Spagna che è il quinto paese al mondo per casi di contagio giornaliero (fonte Oms), ha deciso di riaprire le aule, perché i benefici della scuola superano di gran lunga i rischi. E’ quanto affermato dalla ministra all’Istruzione, Isabel Celaá.

Il principio alla base di questa considerazione è legato al fatto che i bambini della scuola materna e della scuola primaria non sono super-diffusori del virus. Nei giorni scorsi, come riportato anche dal sito Ansa, la ministra Celaà ha firmato un accordo con le comunità autonome per aumentare la sicurezza delle scuole che stanno per riaprire i battenti. Nel documento sono previsti l’uso delle mascherine e il rispetto delle distanze. 

“Oggi si afferma dal campo scientifico – ha sostenuto la Ministra in un’intervista a El Pais – che la chiusura delle scuole non apporta alcun beneficio nell’evoluzione della pandemia in termini di riduzione delle infezioni”. Richiamando esempi di paesi stranieri, ha detto: “In Germania ci sono stati focolai, alcuni istituti hanno chiuso ma sono di grandezza insignificante. Non esiste il rischio zero in questa pandemia, in nessuna sfera sociale. Ma stiamo costruendo un ambiente sicuro per garantire il corso e l’apprendimento a tutti gli studenti, il che è essenziale”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia