Sottosegretari, spunta anche il nome di Lucia Azzolina insieme alla Ascani e D’Uva

di Anselmo Penna
ipsef

item-thumbnail

Cariche ai sottosegretari e viceministri, questo quando dovrà essere deciso questa settimana per completare la squadra di Governo e avviare i lavori. Facciamo il punto per l’istruzione.

I numeri di viceministri e sottosegretari

15 viceministri e 45 sottosegretari (cifre con il beneficio dell’inventario) le caselle da coprire per completare la squadra di Governo e passare alla fiducia in Parlamento prima di mettere mani ai provvedimenti più importanti.

Ai piddini andranno 20 viceministri e circa 25 i sottosegretari per i quali si fanno già dei nomi. Non mancano anche gli scontri sia in casa PD che in casa M5S.

Chi andrà all’istruzione?

Per quanto riguarda l’istruzione, sono tre i nomi che risulterebbero attualmente papabili: Francesco D’Uva, Anna Ascani e Lucia Azzolina.

Francesco D’Uva, messinese pentastellato. Eletto nel 2013,  ricopre gli incarichi di membro della VII Commissione (Cultura, Scienza e Istruzione), membro della Commissione parlamentare antimafia. Oggi in Parlamento ricopre l’incarico di Capogruppo del M5S alla Camera il primo giugno 2018. In lizza per diventare sottosegretario all’istruzione, sebbene le maggiori quotazioni ce le ha per il sottosegretariato alla cultura.

Lucia Azzolina, pentastellata, anche lei siciliana. Innanzitutto è una docente che ha avuto anche esperienze come sindacalista. Alle elezioni del 2018 è risultata la donna più votata. In parlamento ricopre ruolo di membro della VII Commissione cultura, ricerca ed istruzione della Camera dei Deputati.

Anna Ascani, piddina renziana. Attualmente vicepresidente del partito Alle elezioni politiche del 2018 è candidata alla Camera dei Deputati come capolista in Umbria per il Partito Democratico ed è eletta deputata per la XVIII legislatura. Attualmente membro della VII Commissione cultura.

Chi ha più possibilità?

Se si dovrà scegliere un solo sottosegretario, Anna Ascani potrebbe avere più possibilità, dato che la presenza del PD equilibrerebbe il Ministero assegnato ai cinque stelle.

Se si andrà, come probabile, verso i due sottosegretari, a meno di cambiamenti dell’ultima ora, potrebbe vedere affiancate Ascani e Azzolina. Mentre D’Uva, come già riferito sopra, potrebbe andare alla Cultura.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione