Sottosegretari Draghi, Floridia (M5S): “Il lavoro è tanto, ma non mi spaventa. Grazie a tutto il personale per la gestione di questo anno difficile” [INTERVISTA]

Stampa

Barbara Floridia, senatrice siciliana del Movimento Cinque Stelle, affiancherà Patrizio Bianchi e Rossano Sasso, al Ministero dell’Istruzione. Per Floridia si tratta della prima esperienza governativa e ritorna, dopo quasi due anni ad occuparsi di scuola.

Floridia è una docente di Lettere alle scuole superiori e a Orizzonte Scuola, per la prima volta dalla nomina da sottosegretario, parla della carica e del lavoro che l’attende nei prossimi mesi.

Le interviste di Orizzonte Scuola

Patrizio Bianchi (13 febbraio)

Governo Draghi, Patrizio Bianchi è il nuovo ministro dell’Istruzione. Le sue prime parole a OS: “Dobbiamo fare una scuola nuova, insieme ce la faremo”. Il profilo [VIDEO]

Rossano Sasso (24 febbraio)

Sottosegretari Draghi, Sasso (Lega): “Scuole in sicurezza e maggiore dignità per tutto il personale, priorità del mio mandato” [INTERVISTA]

Senatrice Floridia, immagino sia molto contenta per la nomina. Le sue sensazioni?

“Sono orgogliosa e anche molto felice di potermi occupare nuovamente di scuola. È un mondo che conosco bene e che ho vissuto da docente per 20 anni, ho insegnato in Veneto e in Sicilia e conosco le diverse anime di un unica grande famiglia, quella della comunità scolastica, capace sempre di ottenere grandi risultati. In queste ore ho ricevuto attestati di fiducia e stima da parte di ex alunni, dirigenti e colleghi che ho conosciuto in questi anni, mi riempiono di gioia ma allo stesso tempo rinforzano la consapevolezza e la responsabilità sulle aspettative nei miei confronti”.

Torna ad occuparsi dell’Istruzione dopo essere stata in commissione. C’è tanto lavoro da fare, come può immaginare. Da dove si parte?

“Il lavoro sarà molto, come sempre del resto nel mondo della scuola, tanto più in questo periodo, ma per fortuna molto è stato fatto da Lucia Azzolina. Sono certa che lavorerò bene con il ministro Bianchi. Aspetto le deleghe che mi verranno assegnate e da lì sono pronta a partire. Di certo ogni attività che metterò in campo avrà al centro dei miei pensieri loro: i nostri studenti”.

Lei è docente, cosa vuole dire agli insegnanti e a tutto il personale scolastico che la legge.

“In questo momento agli insegnanti, miei colleghi, e a tutto il personale della scuola, sento di dire solo grazie per la capacità che hanno avuto di gestire questo difficile anno. E aggiungo che sono al loro fianco per le nuove e vecchie sfide che ci aspettano”.

Stampa

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile