Sostegno, via libera a mozione urgente: priorità ad alunni disabili

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nelle Marche è stata approvata una mozione urgente dal Consiglio regionale per garantire agli alunni disabili il proprio insegnante di sostegno.

In molte regioni sono state registrate difficoltà per l’inizio anno scolastico soprattutto per la mancanza di insegnanti. Carenze particolari si sono riscontrate sul fronte del sostegno. Esemplare la denuncia dell’assessore veneta Donazzan, che recentemente ha sottolineato l’emergenza nelle scuole del Veneto con alunni disabili costretti a restare a casa.

Nelle Marche per fare fronte a questa situazione il Consiglio regionale ha dato il via libera a una mozione urgente. “Mantenere un confronto con l’Ufficio scolastico regionale per verificare che non ci siano nella nostra regione situazioni in cui non sia garantito il sostegno agli alunni disabili e quindi alle loro famiglie è necessario – sottolinea Andrea Biancani, consigliere regionale – Gli insegnanti provvisti di specializzazione per il sostegno non sono sufficienti bisogna quindi procedere con le assunzioni in deroga“.

Posti in deroga sostegno

Ogni anno le supplenze su posti di sostegno in deroga arrivano a circa 50mila contratti. I docenti in possesso della specializzazione sono sempre meno, così le supplenze vengono conferite anche a insegnanti che non possiedono il titolo. Un terzo del totale dei docenti di sostegno viene stabilito ad anno iniziato inoltrato con sentenze di tribunali a cui si rivolgono le famiglie degli studenti con disabilità o dagli Uffici scolastici.

Come sottolineato da Anief, il 40% dei posti di sostegno vengono assegnati in deroga: due posti su cinque, a fronte di 300mila alunni con disabilità certificata.

Posti di sostegno in deroga

 

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione