Sostegno, Valditara: “Serve formazione adeguata. Negli anni scorsi laureati in giurisprudenza hanno insegnato sostegno, non si può fare più”

WhatsApp
Telegram

Non si può fare come quanto accaduto negli anni scorsi: per insegnare sul sostegno bisogna avere un’adeguata formazione. Lo ha detto il Ministro dell’istruzione e del Merito Giuseppe Valditara, intervenuto nel corso di un evento organizzato dal gruppo Gedi (editore de La Repubblica e La Stampa).

Non si può fare come negli scorsi anni in situazioni di emergenza, quando anche laureati in giurisprudenza hanno insegnato sostegno“, spiega il Ministro, che ha sottolineato il problema del numero di docenti di sostegno, annunciando che “lanceremo un reclutamento che presupporrà una formazione adeguata, è questione di settimane”.

L’altro tema indispensabile per quanto riguarda il sostegno, che passerà attraverso una riforma già annunciata, è quello della continuità didattica per gli alunni con disabilità, “che hanno una maggiore fragilità“, aggiunge Valditara.

In precedenza il Ministro aveva già parlato del tema del sostegno: “dobbiamo concentrarci su tre problemi. Il primo è quello della discontinuità del rapporto tra alunno e insegnante di sostegno, a causa dei troppi cambi di insegnante che avvengono durante il ciclo scolastico. Il secondo è quello dell’insufficienza numerica dei docenti di sostegno. Il terzo è quello della loro disomogenea, e tuttora scarsa, formazione specializzata. Grazie ai fondi previsti per l’edilizia scolastica, provvederemo infine alla rimozione di tutte le barriere architettoniche nelle scuole italiane”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur