Sostegno, Tar accoglie class action di 13 famiglie

di
ipsef

red – La III sezione bis del Tar del Lazion ha accolto la class action organizzata dal "Coordinamento Scuoe Elementari di Roma" con sentenza n. 2199 che riconosce il diritto al rapporto 1 alunno diversamente abile / 1insegnante di sostegno.

red – La III sezione bis del Tar del Lazion ha accolto la class action organizzata dal "Coordinamento Scuoe Elementari di Roma" con sentenza n. 2199 che riconosce il diritto al rapporto 1 alunno diversamente abile / 1insegnante di sostegno.

A ricorrere sono state ben 13 famiglie ai cui figli non era stato assegnato dal Ministero dell’Istruzione il numero delle ore di sostegno di cui avrebbero avuto diritto secondo la Diagnosi Funzionale redatta dalle ASL.

Secondo il comunicato del coordinamento "l’esito positivo non riguarda solamente le 13 famiglie ricorrenti, ma assume una valenza sociale e di civiltà del Paese in linea con i  principi di uguaglianza sanciti dalla nostra Costituzione."

I ricorrenti hanno denunciato la violazione dell’art. 38 della costituzione e le nrome che fissano il limite al numero degli insegnanti di sostegno anche in presenza di dsabilità gravi e ribadisce la possibilità di assumere docenti di sostegno a tempo determianto in deroga al rapporto docenti-alunni.

Il Coordinamento, che ha rinunciato alla richiesta risarcitoria di 1.000 euro per ogni mese di mancato sostegno alle famiglie degli alunni ricorrenti, si è assunto l’onere delle spese legali  e con la somma raccolta, che ha superato le aspettative, sarà valutata la possibilità di avviare una nuova class action.

Scarica la sentenza

Versione stampabile
anief anief
soloformazione