Sostegno, sindaco Sarzana alla Fedeli: intervenga per assicurare nomine tempestive e numericamente adeguate

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La carenza di insegnanti di sostegno è stata, almeno sino ad ora, cronica sia per il numero di posti autorizzati annualmente che per il numero di docenti di sostegno, inferiore alle disponibilità.

La conseguenza di quanto suddetto è che gli allievi disabili sono costretti a fare ricorso, per vedersi riconosciuto il corretto numero di ore sulla base del PEI, e sono seguiti da docenti non specializzati.

Il sindaco di Sarzana (SP), come leggiamo su “Citta di Sarzana”, memore della situazione creatasi negli anni scorsi, con nomine protrattesi nel corso dell’anno scolastico ed effettuate in numero inferiore al fabbisogno, ha scritto alla Ministra Fedeli.

In premessa, il sindaco ha ricordato l’incontro avuto da una rappresentante dell’associazione “Insieme per i diritti dei nostri figli” con il dirigente dell’ATP della Spezia, il quale ha comunicato che l’organico dei docenti di sostegno sarà lo stesso rispetto a quello dello scorso anno scolastico.

Pertanto, il sindaco ha deciso di inviare la missiva alla Fedeli, chiedendoLe di intervenire affinché presso l’I.C. Sarzana le “nomine degli insegnanti di sostegno siano tempestive e numericamente adeguate alle effettive esigenze”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare