Sostegno, Rapisarda: Assegnazioni provvisorie senza titolo ingiuste per alunni disabili

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nei giorni scorsi, Gianluca Rapisarda, Direttore scientifico dell’I.Ri.Fo.R., è intervenuto a proposito dell’accordo siglato lo scorso 26 giugno tra il MIUR e le organizzazioni sindacali, in vista delle assegnazioni per il prossimo anno scolastico sul sostegno.

Dichiara Gianluca Rapisarda: “A noi esperti di inclusione delle principali Organizzazioni di e per persone con disabilità sembra abbastanza chiaro che, in seguito alla recente intesa tra il Ministero e le forze sindacali, ancora una volta, in materia di disabilità, ciò che guiderà sarà il diritto del lavoratore (sacrosanto, beninteso), ma non quello dell’alunno, ad avere riconosciuto il proprio diritto allo studio.”

Prosegue Gianluca Rapisarda, direttore dell’I.Ri.Fo.R.: “Infatti, nel prossimo anno scolastico, in base al suddetto accordo, se fino a ieri i docenti di ruolo senza titolo di specializzazione non potevano chiedere le assegnazioni provvisorie su posto di sostegno, da oggi il docente sprovvisto di titolo di specializzazione sul sostegno – in subordine e in via derogatoria e straordinaria, può ottenere il ricongiungimento per un anno anche su un posto di sostegno, purché “stia per concludere il corso di specializzazione su sostegno o abbia svolto almeno un anno di insegnamento su posto di sostegno, anche con un contratto a tempo determinato.

In pratica, in entrambi i casi, anche per l’anno scolastico che verrà, il MIUR continuerà a ricorrere ad un numero “spropositato” di docenti “non specializzati” per coprire i posti sul sostegno che risulteranno vacanti nell’agosto p.v.”

Conclude Gianluca Rapisarda: “Come dire che la precarietà, l’emergenza e l’eccezione la faranno ancora da padrone e, solo per gli alunni con disabilità, continueranno a rappresentare la regola “fissa” della loro mancata inclusione.”

Versione stampabile
anief
soloformazione