Sostegno, quasi 300mila alunni con disabilità. Sindacati: assunzioni straordinarie e misure strutturali

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Aumentano gli studenti con disabilità ma non i docenti specializzati.

Caso alunni senza docenti sosteno

La mamma di una studentessa disabile sassarese aveva ritirato la figlia in quanto priva del docente di sostegno, ragion per cui non riusciva a seguire le lezioni. La ragazza lunedì rientrerà a scuola.

Alunna senza insegnante di sostegno, preside: torna a scuola, non sarà sola

Alunni con disabilità e carenza docenti sostegno

La carenza dei docenti di sostegno è un tema noto da tempo, così come l’aumento degli studenti con disabilità.

Negli ultimi 20 anni, come riferisce anche l’Ansa, il numero degli studenti con disabilità è quasi raddoppiato toccando quota 300mila.

All’aumento degli studenti non è seguito quello dei docenti specializzati. Oggi, in organico, vi sono 100.080 insegnanti: uno ogni tre alunni disabili.

Saranno, conseguentemente, quasi 70mila i posti assegnati a docenti supplenti, spesso non specializzati.

Reazione sindacati

Maddalena Gissi, segretaria nazionale della Cisl Scuola, si rivolge direttamente al Premier  “E’ necessario un piano assunzionale straordinario”, chiedendo che le immissioni in ruolo vengano aggiunte a quelle già programmate.

Secondo Marcello Pacifico (Anief): “Lo Stato si deve vergognare. Il ministro Fioramonti riveda subito i criteri per adeguare i posti in deroga all’organico di diritto, gli Uffici scolastici regionali devono poter assegnare tutte le risorse richieste dai capi d’istituto in base al PEI, mentre città metropolitane, comuni, province devono accantonare i fondi per questi servizi essenziali.

Per l’ANP: “Il caso della studentessa di Sassari è emblematico di una inadeguata modalità di gestione delle risorse umane che, purtroppo, sembra immodificabile da parte del Miur. Il problema deve essere risolto con misure assunzionali serie, strutturali e tempestive. Altrimenti corriamo il rischio di dover presto commentare altri casi analoghi”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione