Sostegno, proposta Flc Cgil al Ministero per aumento cattedre in Sardegna

di redazione

item-thumbnail

La Flc Cgil di Sassari chiederà al Ministero di aumentare i posti per gli insegnanti di sostegno in Sardegna. La proposta.

La battaglia per l’aumento degli insegnanti di sostegno in Sardegna diventa nazionale. Una mancanza quella dei docenti di sostegno che ha portato non poche difficoltà nelle scuole. Recente è la vicenda della ragazza con disabilità ritirata da scuola dalla madre perché per lei non c’era l’insegnante.

Il metodo con il quale la Flc Cgil chiede di risolvere l’annosa questione è la compensazione dei posti. “Considerato che in molte regioni del Nord avanzerebbero posti che resterebbero inutilizzati per la mancanza di docenti specializzati in sostegno – spiega il sindacato – si chiederà al Ministero di ridisegnare il quadro nazionale delle cattedre di diritto spostandole in aree come la Sardegna dove c’è maggior bisogno“.

Nell’Isola su 6100 organici necessari a coprire tutti gli aventi diritto, spiega La Nuova Sardegna, 3620 posti sono occupati da non specializzati.

Il 2 e 3 aprile si svolgeranno le prove di ammissione del V ciclo Tfa sostegno per 19.585 posti totali. Il Miur ha infatti emanato il decreto n.95 del 12 febbraio 2020. Lo speciale

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione