Il sostegno perde le sue risorse in favore di Bes e Dsa

di Lalla
ipsef

di Gianfranco Palmariggi – Vi è preoccupazione su quanto sta avvenendo nella scuola italiana, in merito alle risorse destinate alle attività di sostegno ed indirizzate, invece, in altri ambiti educativi-formativi.

di Gianfranco Palmariggi – Vi è preoccupazione su quanto sta avvenendo nella scuola italiana, in merito alle risorse destinate alle attività di sostegno ed indirizzate, invece, in altri ambiti educativi-formativi.

La preoccupazione trova riscontro in quanto, nel corrente anno, le già esigue risorse economiche assegnate agli alunni disabili certificati, sono state dirottate, a diverse Università, per formare nuovi docenti in “Disturbi Specifici dell’Apprendimento” (D.S.A.) e “Bisogni Educativi Speciali” (B.E.S.)

Inoltre, secondo gli annunci ministeriali, il sostegno dovrà cedere ulteriori risorse per destinarle ad un organico “funzionale” che dovrà cercare di far fronte alle “nuove” e “speciali” esigenze educative.

Bes e inclusione scolastica, tra timori dei docenti, entusiamo delle associazioni e problemi burocratici

Versione stampabile
anief anief
soloformazione