Sostegno, nessun taglio previsto. Organico aumentato di 4000 unità

Stampa

red – Le rassicurazioni giungono dallo stesso Ministro durante la convocazione presso la VII Commissione cultura al Senato. Nel 2010-11 i posti di sostegno sono aumentati di 4.400 unità e non sono previsti tagli nella manovra. Al via assegnazione dei docenti di sostegno a reti di scuole e formazione per i docenti curriculari. Pubblichiamo l’intervento del Ministro.

red – Le rassicurazioni giungono dallo stesso Ministro durante la convocazione presso la VII Commissione cultura al Senato. Nel 2010-11 i posti di sostegno sono aumentati di 4.400 unità e non sono previsti tagli nella manovra. Al via assegnazione dei docenti di sostegno a reti di scuole e formazione per i docenti curriculari. Pubblichiamo l’intervento del Ministro.

"Nessuna riduzione ha riguardato né riguarderà i posti di sostegno che, anzi, sulla base della sentenza della Corte costituzionale n. 80 del 2010, sono aumentati nell’anno scolastico 2010-2011 di ben 4.400 unità (portando l’organico di fatto da circa 90.000 docenti a 94.400 docenti). Per l’anno scolastico 2011-2012, è stato confermato interamente anche l’organico di diritto dei docenti di sostegno agli alunni disabili oltre 63.400 posti, che è il risultato di un incremento di circa 15.000 posti negli ultimi tre anni scolastici; tali posti sono utili per le immissioni in ruolo e per la stabilizzazione dei docenti di sostegno. Del resto anche la recente manovra approvata dal Consiglio dei Ministri del 30 giugno ultimo scorso non ha determinato alcun taglio alle dotazioni organiche dei docenti di sostegno, confermando anzi l’organico dell’anno scolastico 2010/2011, fatto salva la possibilità di deroga necessaria per assicurare la piena tutela dell’integrazione scolastica. Ha previsto, inoltre, per un migliore ed efficiente utilizzo delle risorse umane, che i docenti di sostegno siano assegnati complessivamente alla scuola o a reti di scuole allo scopo costituite, proprio per rendere possibile, con più flessibilità, l’intervento di personale e l’utilizzo di strumenti specificamente finalizzati al tipo di disabilità, promuovendo, nel contempo, anche nei confronti degli altri docenti dei consigli di classe, una più diffusa cultura dell’integrazione".

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!