Sostegno, il vero cambiamento sarebbe specializzare tutti gli insegnanti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

In un articolo di Tina Naccarato si dibatte la questione della continuità didattica del docente di sostegno, passando dalla mai esaudita esigenza di creare classi di concorso dedicate alla esigenza di limitare i trasferimenti da sostegno a posto comune.

Nell’articolo si presentano i diversi punti di vista, partendo da quelli dell’avv. Nocera, che auspica classi di concorso ad hoc per il sostegno e una limitazione dei passaggi, puntando ad un discorso etico, riferito all’abbandono dello studente disabile da parte del suo docente.

La Naccarato controbatte a questi pareri, auspicando invece una generale specializzazione sul sostegno da parte di tutti i docenti, in modo che non si parli più di un insegnante dedicato ma di un intero consiglio di classe che si occupi degli studenti con disabilità, senza alcuna delega al collega di sostegno.

Fonte

Versione stampabile
anief banner
soloformazione