Sostegno. Il Ministro propone una revisione del modello

Di
WhatsApp
Telegram

red – Ieri il Ministro Profumo, durante la cerimonia per dedicare l’ex Istituto Duca degli Abruzzi di Torino all’ex presidente della Repubblica Sandro Pertini, è intervenuto sostenendo che "certi casi possono essere seguiti in un modo più collettivo e non con una maestra dedicata". "Gli insegnanti di sostegno in Italia sono circa 150 mila, un numero importante, forse è arrivato il momento per una revisione del modello".

red – Ieri il Ministro Profumo, durante la cerimonia per dedicare l’ex Istituto Duca degli Abruzzi di Torino all’ex presidente della Repubblica Sandro Pertini, è intervenuto sostenendo che "certi casi possono essere seguiti in un modo più collettivo e non con una maestra dedicata". "Gli insegnanti di sostegno in Italia sono circa 150 mila, un numero importante, forse è arrivato il momento per una revisione del modello".

"È stato fatto un grande lavoro sulla disabilità – ha continuato il Ministro – ricerche e studi che vanno in profondità sui diversi tipi di problematiche, anche sul fronte comportamentale. Situazione che forse oggi possono essere seguite in maniera diversa, con un altro approccio, più collettivo e non con un’insegnante dedicata. Il nostro è un Paese che in assoluto ha una cultura, una storia, un’attenzione e un livello di servizio ottimo quando si parla di disabilità".

Ha, dunque, citato diversi modelli europei, nonchè il caso Veneto, dove si sono "create figure di coordinamento tra le diverse scuole".

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur