Sostegno, gli idonei sovrannumerari IV ciclo chiedono l’avvio del TFA in modalità telematica

di redazione

item-thumbnail

Comunicato – A causa della pandemia da COVID-19, le procedure di selezione per il V ciclo del TFA sostegno potrebbero subire un ulteriore slittamento.

Un siffatto scenario renderebbe difficoltoso il conseguimento del titolo di specializzazione nei tempi previsti, con un conseguente ritardo nella disponibilità di insegnanti specializzati da parte delle scuole, andando a peggiorare l’attuale assetto scolastico che evidenzia un ingente fabbisogno di insegnanti di sostegno specializzati.

Da questa esigenza nasce l’idea degli idonei del IV ciclo, risultati inseriti nelle rispettive graduatorie di merito, ma non in posizione utile, di interpellare il Ministro dell’ Università e della Ricerca dott. G. Manfredi, i rettori delle singole Università interessate e il presidente della CRUI prof. F. Resta, per l’avvio del corso in modalità telematica, così da fornire alle UNIVERSITÀ l’opportunità di gestire più facilmente il numero di corsisti, evitare l’affollamento delle aule, assicurare il necessario distanziamento sociale e garantire la formazione di insegnanti specializzati per il successivo anno scolastico.

“ Noi idonei al IV ciclo siamo favorevoli ad iniziare il percorso in tempi brevi, con lezioni a distanza, attraverso piattaforme già in uso presso gli atenei italiani, così da specializzarci e apportare un contributo concreto e fattivo al mondo della scuola. ”- queste le parole di uno dei docenti idonei del IV ciclo.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione