Sostegno, emendamento concorso straordinario NON approvato: perché? Lettera

Lettera

Inviata da Gaetano Matina, insegnante – Vorrei capire la ratio di tutto ciò ed il perché si trovano le risorse per infinite voci e per la disabilità vi sono sempre vincoli ed ostacoli.

Gli insegnanti specializzati sono insegnanti che hanno seguito un percorso universitario con preselettiva, prova scritta, prova orale, corso, esami e colloquio finale, il tutto anche a spese proprie.

Vorrei capire perché pur avendo delle risorse non si valorizzano impedendo di fatto ai nostri alunni speciali continuità e stabilità.

Vorrei capire se dopo aver svolto infinite prove presso delle università occorra un ulteriore concorso con altra preselettiva, prova scritta ed orale, se tutto ciò sia a garanzia di merito e se tutto ciò è esteso a tutte le categorie ed ordini di scuola, se tutti i docenti devono affrontare infinite prove per l’immissione in ruolo e per garantire stabilità e competenza.

Si parla tanto di qualità e merito e non riesco a comprendere la miopia di chi non vuole permettere a docenti specializzati di accedere ad una procedura straordinaria al fine di garantire professionalità ai nostri alunni.
Non si può ragionare secondo una politica del trovarsi” al posto giusto al momento giusto”

Piena solidarietà agli insegnanti di sostegno tutti, agli specializzati con maggiore forza.

Invito pubblicamente i fautori di questa scelta ovvero dell’esito sfavorevole dell’emendamento pro concorso straordinario docenti di sostegno specializzati, ad un confronto con famiglie ed insegnanti.

Sarò ben lieto di illustrare loro la situazione nella realtà ed il bisogno, l’urgenza di stabilità e competenza dei nostri alunni.
Gli insegnanti specializzati ci sono, rimaniamo noi tutti comunità educante in attesa di una visione olistica e realistica.

TFA Sostegno V ciclo. Affidati ad Eurosofia, materiali didattici sintetici, simulatori delle prove ed un metodo incisivo. Allenati per vincere