Sostegno. Daniela Boscolo: No alle carriere separate, ma docenti per aree disciplinari

WhatsApp
Telegram

Daniela Boscolo, nella lista Varkey Foundation dei 50 “migliori” insegnanti al mondo interviene sul nodo problematico del momento, l'organizzazione dell'insegnamento di sostegno.

Daniela Boscolo, nella lista Varkey Foundation dei 50 “migliori” insegnanti al mondo interviene sul nodo problematico del momento, l'organizzazione dell'insegnamento di sostegno.

In una intervista al Messaggero la docente specializzata ribadisce la sua contrarietà all'ipotesi di separazione tra le carriere di docente di sostegno e docente curricolare. "Il docente conosce le problematiche di una cattedra – afferma la Boscolo – di una cattedra, e sa quali metodi utilizzare".

Il vero problema affrontato dalla professoressa è la mancanza di ore di sostegno assegnate agli alunni. La media infatti è di 9 ore a settimane, con il rischio che nel tempo residuo trascorso a scuola l'alunno stia da solo, in classe o nel corridoio.

Il deficit – conclude la Boscolo, va risolto oltre che con le assunzioni, anche con docenti di sostegno per aree disciplinari: in un liceo classico, ad esempio, deve andare il docente umanistico che possa collaborare al meglio nelle materie.

Intanto il Sottosegretario Faraone annuncia "Il docente entrerà in ruolo sul sostegno con un percorso dedicato. Ma questo non c'entra nulla con l'interazione con gli altri docenti", spiega. "Prevediamo corsi di formazione per tutti: docenti curricolari, dirigenti scolastici, personale amministrativo per un contesto realmente inclusivo".

Leggi anche Daniela Boscolo: vi racconto il mondo del sostegno nelle scuole

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur